Blog

27 Aprile 2020

Dorian e Virginia: i protagonisti di “Che nessuno s’innamori”

Cosa potranno mai avere in comune un uomo e una donna che, apparentemente, sembrano essere diversi come il giorno e la notte? Stiamo parlando di Virginia Johnson e Dorian Gregory, i protagonisti del frizzante chick lit che porta la firma di Paola Russo e che troverete online a partire dal 6 maggio. E la loro creatrice assicura che non hanno nulla, ma davvero nulla, in comune.

Solare, permalosa, irragionevole e impulsiva: questa è la ventottenne Virginia Johnson, che dirige un atelier d’alta moda a Boston. Di contro, abbiamo un uomo austero, senza peli sulla lingua, pragmatico e razionale: ecco i tratti peculiari di Dorian Oliver Gregory, ricco imprenditore over trenta.

I due si incontrano per caso e, sempre per caso, Virginia salva la vita di Dorian. Dopo due mesi, lui si presenta nuovamente da lei e si offre di ricompensarla generosamente per il suo gesto.  Mentre lei è intenta a decidere come sfruttare l’opportunità, nasce tra loro una bizzarra amicizia che li porta, tra le altre cose, a scoprire quanto siano diversi: Virginia è in cerca dell’amore,  è una donna insicura e con scarsa autostima, non ha frequentato il college e dice un sacco di bugie; Dorian punta solo a relazioni occasionali, è deciso e sicuro di sé, si è laureato ad Harvard con il massimo dei voti ed è diretto e sincero.

Una non sopporta che le venga detto cosa fare, l’altro è autoritario e incline al comando. Virginia ha idee piuttosto confuse sui suoi obiettivi e ha una propensione al risparmio pericolosamente tendente al tirchio. Dorian pianifica sempre ogni aspetto della sua vita ed è ricchissimo e molto, molto generoso.

Cosa li accomuna, dunque? Niente. E proprio questo creerà una coppia unica nel suo genere, scoppiettante, a tratti irriverente, accomunata da botta e risposta carichi di ironia, musica, occhiatacce alla Clint Eastwood, un finto fidanzamento e bizzarre lezioni di sesso.

Volete scoprire di più? Non vi resta che leggere Che nessuno s’innamori!

Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X